PUNTO VENDITA

E’ ARRIVATO IL MOMENTO DELLA VERITA’, QUI SI TIRANO LE SOMME E I FUOCHI D’ARTIFICIO AIUTANO.

 

L’ideazione grafica dei materiali per i punti vendita è un passaggio di estrema importanza per l’uscita del prodotto. Il mercato punisce i produttori che abbandonano i prodotti nei punti vendita. Migliaia di referenze e nessun commesso. Oppure commessi che sembrano vigili urbani nell’ora di punta.

I materiali POP sostituiscono il commesso, pertanto devono saper vendere.

Il progetto del POP è sintesi di tutte le fasi di vendita: attrarre col visual giusto, dire solo quanto basta, stimolare il desiderio, porgere il prodotto con disinvoltura.

Materiali POP e BTL sono l’apparecchiamento necessario al banchetto nel quale i prodotti vengono consumati. Qui, nel punto vendita, si compie la scelta del consumatore. La visibilità fuori e dentro il punto vendita, ovvero l’identificazione del punto vendita stesso e, all’interno di questo, dei prodotti, sono elementi che promuovono il successo o il fallimento del marketing aziendale.

Ecco perché occorre porre la massima attenzione alle scelte progettuali: supporti cartotecnici quando serve disinvoltura e versatilità, in plexiglass quando il confronto con la concorrenza richiede effetti speciali.

Al merchandising poi, la responsabilità di identificare i punti vendita di una certa azienda agli occhi del consumatore per condurlo dall’esterno dei negozi, fino all’acquisto.

Il tutto attraverso un percorso comunicativo che sfrutta la visibilità di strumenti quali la vetrina, gli espositori, i dispenser, che riescono a “dialogare” con il consumatore per mezzo del messaggio presente sulla struttura e sui pieghevoli informativi eventualmente presenti.

Il merchandising incoraggia il prodotto ad esibirsi: è una spinta, una iniezione di coraggio. Si tratta di uscire dall’anonimato misurandosi con lo sguardo disattento del consumatore.

POP

MERCHANDISING

STAND